Parigi – Vladimir Majakovskij


(Conversazioni con la Torre Eiffel)

Sfregiato con un milione di piedi.
Esausto da mille pneumatici.
Vado in surf a Parigi -
terribilmente solo,
in giallo o facce,
al giallo né alle anime.
Attorno a me -
danza fantasia automatica,
attorno a me -
da museruole di pesci animali -
da Ludoviks
fischi d'acqua, zampillante.
esco
на Place de la Concorde.
aspetto,
fino a,
alzando la testa scolpita,
umayan sorveglianza della casa,
per me,
al bolscevico,
sull'affluenza alle urne
Eiffel esce dalla nebbia.
- T-sh-sh-sh,
Torre,
sculacciata tranquillamente! -
vedremo! -
luna - orrore della ghigliottina.
ti dirò cosa
(sussurrò in un sussurro,
a lei
nell'orecchio della radio
Sussurro,
Sto ronzando):
- Ho propagandato cose ed edifici.
Noi -
aspettando solo il tuo consenso.
Torre -
vogliono guidare la rivolta?
Torre -
noi
ti scegliamo come leader!
Non per te -
un modello di genio della macchina -
qui
sciogliersi da quello di Apollinaire
virsh.
per voi
non un luogo - un luogo di decadenza -
Prostitute di Parigi,
poeti,
Borsa valori.
Metro ha accettato,
metro con me -
они
dai loro interni foderati
il pubblico sarà sputato fuori -
sarà lavato via con il sangue
fuori dai muri
poster di profumi e polvere.
Si sono assicurati -
non versarli
i carri dei ricchi.
Non sono schiavi!
Si sono assicurati -
им
più ai volti
i nostri poster,
manifesti di lotta.
Torre -
non aver paura delle strade!
Se
la metropolitana non rilascerà suolo stradale -
adescamento
spogliare i binari.
Sto scatenando una rivolta ferroviaria.
Hanno paura?
Le locande intercederanno in stormi?
Hanno paura?
Rive Gauche verrà in soccorso.
Non avere paura!
Ho deciso con i ponti.
Nuotando
il fiume
nuotare attraverso
non facile!
Ponti,
infiammato dal movimento del male,
sorgere subito dai lati parigini.
I ponti si ribelleranno.
Alla prima chiamata -
i passanti vengono inondati di tori sulla pietra.
Tutte le cose stanno sollevando.
Le cose sono insopportabili.
si terrà
Quindici anni
o venti,
colerà l'acciaio,
e se stessi
cose
Qui
andrò
Montmartre
in vendita di notte.
Andiamo, Torre!
A noi!
Voi -
ci,
noi,
più necessario!
Vieni da noi!
Nello scintillio dell'acciaio,
nel fumo -
ci incontreremo.
Ci incontreremo più teneramente,
dei primi cari.
Andiamo a Mosca!
Noi
A mosca
spazio.
voi
- ogni! -
avrà per strada.
noi
ti puliremo:
cento volte
al giorno
prima dei soli ripuliremo il tuo acciaio e rame.
Lascia stare
la tua città,
Parigi intelligente e stupida,
Parigi del tabloid rotozei,
finisce uno, in un magazzino continuo del Louvre,
nei vecchi boschi di Boulogne
e musei.
in avanti!
Passo quattro potenti zampe,
inchiodato dai disegni dell'Eiffel,
in modo che la tua fronte nel nostro cielo,
così che le nostre stelle scivolino davanti a te!
Prendi una decisione, Torre, -
ora alzatevi tutti,
girando Parigi da cima a fondo!
Andiamo!
A noi!
A noi, in URSS!
Vieni da noi -
sono
Ti procuro un visto!

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Sergey Esenin