Può, tardi, può, troppo presto…

Può, tardi, può, troppo presto,
E non pensare a niente per molti anni,
Ho cominciato a guardare come il Don Giovanni,
Come un vero e proprio poeta ventosa.

Quello che è successo? Quello che è successo a me?
Ogni giorno ho le altre tribù.
Ogni giorno per perdersi peccato,
Non mettere in su con i cambiamenti amarezza.

Ho sempre voluto, a cuore meno
Vilos sentimenti dolce e semplice,
Beh, sto cercando negli occhi di queste donne -
Legkodumnyh, falso e vuoto?

Hold me, il mio disprezzo,
Sono sempre stato contrassegnato da voi.
Al cuore di ebollizione freddo
E il fruscio delle lilla blu.

In fondo - limone luce del tramonto,
E lo stesso si sente attraverso la nebbia, -
Per la libertà nei sentimenti di un pagamento,
Prendere la sfida, Don Juan!

e, tranquillamente prendere la chiamata,
capisco, Io sono uno e il Pozzo -
Onora la bufera di neve di polline blu Maggio,
Love Call tremore sensuale.

Come è successo, Ho fatto in modo co,
E da questo, non ho molte tribù,
Per assaporare la felicità per sempre,
Non mettere in su con i cambiamenti amarezza.

13 dicembre 1925

Vota:
( 8 valutazione, media 4.63 a partire dal 5 )
Condividere con gli amici:
Sergey Esenin
Aggiungi un commento