tradurre in:

1

L'estate era tranquillo e vedryanoe, il cielo era bianco anziché blu, e il lago, che stava fissando il cielo, Sembrava troppo bianco; solo vicino alla riva in acqua scosso all'ombra della capanna di salice si Korney Budarki. A volte il vento avrebbe sollevato la sabbia tutta la nuvola di polvere, avvolgeva acqua e casetta Korney, poi, quando placata, di sabbia, denigrazione, sporgenti rocce sul sito erosa; ma non sono l'ombra era.

Roots Budarka catturato sulla discesa del pesce di fiume, e sua moglie Pelageya era seduto sulla veranda ogni giorno e guardò nella <aside, dove,> staglia, attenersi alle pietre weathered UI <ste, qualcosa> sul cielo di latte.

salice solitario sotto la finestra cadere le penne, l'acqua è ancora più silenziosi abbracci riva, e il calore dall'acqua, non perché, lei ha il più in tutto il corpo come luccicava il latte, Pelageya pensò a suo marito, pensiero, come hanno speso il loro tempo, quando entrambi, ammucchiati, Abbiamo dormito nel fienile, quello che i suoi occhi azzurri, e in generale tutto, che mescolato il suo sangue.

I pescatori nuotato lungo il fiume fin dal primo giorno di San Pietro fino a quando il freddo inverno. Pelageya contava i giorni, quando Korney doveva tornare, pregare S.. Magdalinu, per insistito in fretta che era freddo, e ho sentito, sangue in esso inizia ogni giorno a bollire sempre di più. Labbra diventano rosse, come il viburno, seno pieno di, e quando lei, delicatamente accarezzarsi, Ho speso su di loro mano, si sentiva, che la sua testa è la filatura, i piedi tremanti, guance e burn.

Pelageya amava Korney. L'amavo seno sano, braccia, che ha piegato l'arco, e soprattutto le piaceva le labbra.

Guardando oltre il passato, Pelageya poiché si è fusa con Korney mentalmente, anche sentito il suo alito caldo, caldo l'umidità delle labbra, e il suo corpo ha cominciato a farmi male ancora di più, e che, che era possibile, le sembrava un crimine. si ricordò, giurò Korney, che, sebbene il tempo oborvesh, già senza un host non natyanesh, eppure, nascondendolo all'interno, Gettò da parte a parte, come associati, e ho cercato di trovare una via d'uscita.

La sua testa in ginocchio, guardò, come il sole di alta montagna che affonda. Svecherelo abbastanza, e l'acqua bianca scivolò su un isola di sabbia, fusione porosshyy, fragile piccola barca. Un ragazzo seduto in una barca, Scesi e, curvatura, Ho cominciato a strisciare attraverso la sabbia.

In Pelageya risvegliato strana decisione per lei… Ha testimoniato otvâzala dalla parte anteriore, Le tremavano le mani, le sue gambe cedettero, ma ancora è andata sull'isola. Vzmahnuv veslami, lei quasi tre colpi e se ne andò in giro per l'isola, in piedi sulla prua, ho notato, che l'uomo di sabbia raccoglie Rakusha. Lei lo guardò e basta, come la prima volta, Sto tremando tutto.

Quando l'uomo si voltò e, guardandola con occhi freddi di pesce, prishturilsya spitefully, Pelageya tutto congelato, stretto, la sua passione, le parve, E 'caduto sul fondo della barca. "Maledetto mi confonde!"- sussurrò. e, segno della croce, barca tornò indietro e, non si veste skidavaya, Mi sono precipitato in acqua vicino alla riva.

I versi più popolari Esenina:


Tutte le poesie di Sergey Esenin

lascia un commento