tradurre in:

I

Non ho letto l'articolo dello scorso anno L. D. Trotsky di arte contemporanea, quando era all'estero. Lei mi ha catturato solo ora, Quando sono tornato a casa. Ho letto di lui e sorrise tristemente. Mi piace il genio di quest'uomo, ma si vede?.. che si vede?..

tuttavia, Egli e pregevoli diritti, говоря, Non voglio tornare a quei, quello che era il.

che, Non tornai il. Molto è stato dato a me, ma molti otnyato. superi il, Si danno.

Ho viaggiato tutti gli stati d'Europa e quasi tutti gli stati del Nord America. La mia vista fratture soprattutto dopo l'America. Prima di America Europa mi sembrava il vecchio maniero. Pertanto, una breve descrizione del mio girovagare inizia con l'America.

CHE «Parigi» *

Se si prende dal punto di vista del mare, tutti uguali ed è trascurabile, soprattutto se, quando fallimenti acqua questo whopper oscillare la carcassa, come poskolzayuschiysya… (scusa, Non ho modo di confrontare, Volevo dire - come un elefante, ma batte l'elefante su 10 mille volte. Questo Whopper me stesso - immagine. Immagine senza alcun ridimensionamento. In quel momento ho sentito una molto chiara, professato che io ei miei amici "imagism" si secca. feltro, questo non è il confronto, e l'organico.) Ma se la si guarda dal punto di vista della, ciò che l'uomo, si può alzare le spalle e dire,: "Caro, ma che cosa hai fatto? Come si fa?.. Ma come è?..»

Quando sono entrato ristorante della nave, che è una zona di un po 'di più del nostro Teatro Bolshoi, Sono stato avvicinato dal mio compagno e ho detto,, che chiedo la nostra cabina.

Ho camminato attraverso le enormi sale di biblioteche speciali, Ho camminato attraverso la stanza per il relax, dove le carte da gioco, Sono andato per la sala da ballo, e cinque minuti dopo attraverso un enorme compagno di corridoio mi ha portato alla nostra cabina. Mi sono guardato intorno al corridoio, che diffondiamo il nostro grande bagaglio, su 20 valigie, Ho esaminato la sala da pranzo, свою комнату, due bagni e, cielo contraccolpo, Mi misi a ridere ad alta voce. Ho paura di sembrare ridicolo e assurdo del mondo, in cui ho vissuto prima.

Mi sono ricordato il "fumo della patria", nostro bosco, dove quasi ogni uomo in casa è manze addormentato sulla paglia o di maiale con suinetti, Mi sono ricordato dopo la strada tedesca e belga nostre strade impraticabili e cominciai a maledire tutto aggrappato al "Russia" sia sporco e pidocchi. Da quel momento mi sono per amore impoverito Russia.

signori!

I versi più popolari Esenina:


Tutte le poesie di Sergey Esenin

lascia un commento