tradurre in:

un mio amico, il mio amico,
Sono molto, molto malato.
Non lo so, dove questo dolore.
Se il vento fischia
Sul campo vuoto e deserto,
Questa è la mia unica arma, come un boschetto nel mese di settembre,
Docce cervelli alcol.

la mia testa agitando le orecchie,
Come le ali di un uccello,
Le gambe intorno al collo
Telai di grandi dimensioni nevmoch.
uomo nero,
nero, nero,
uomo nero
Sul letto mi siede,
uomo nero
Il sonno mi tiene sveglio tutta la notte.

uomo nero
Egli guida un dito sul libro vile
e, mi nasale,
A partire dal monaco morto,
Legge la mia vita
Alcuni farabutto e dissoluto,
Facendo il desiderio dell'anima e la paura.
uomo nero,
nero, nero…

«Слушай, слушай,
Borbotta a me,
Il libro contiene molte belle
Pensieri e progetti.
questo uomo
Ho vissuto in campagna
più atroce
Tuoni e ciarlatani.

Nel mese di dicembre, nel paese
Neve Devil da pulire,
E bufere di neve partoriscono
allegro conocchia.
Era un uomo dell'avventuriero,
Ma il più alto
E le migliori marche.

Era aggraziato,
Per quel poeta,
Anche con un piccolo,
Ma il potere di uhvatistoy,
E una donna,
quarant'anni,
Ha chiamato cattiva ragazza
E il suo miloyu ".

"La felicità, - ha detto,,
C'è l'agilità di mente e mani.
Tutte le disgrazie dell'anima
In caso di incidenti è sempre saputo.
non è niente,
Che molto tormento
portare rotto
E falsi gesti.

la tempesta, nella tempesta,
In Styn mondana,
lutto
E quando sei triste,
Sorridente e sembrare semplice -
Il più alto del mondo dell'arte ".

"L'uomo nero!
Non ti azzardare a questo!
Tu non sei al servizio
vivere Vodolazova.
Che cosa sono io per la vita
poeta scandaloso.
prego, altro
Leggetelo e mi dica ".

uomo nero
Egli guarda dritto verso di me.
E i suoi occhi sono coperti
vomito blu.
Come per dirmi,
Quello che io sono un truffatore e un ladro,
Così spudoratamente e sfacciatamente
qualcuno derubato.
…………………
…………………

un mio amico, il mio amico,
Sono molto, molto malato.
Non lo so, dove questo dolore.
Se il vento fischia
Sul campo vuoto e deserto,
Questa è la mia unica arma, come un boschetto nel mese di settembre,
Docce cervelli alcol.

notte gelida…
tranquillo incrocio Calma.
Sono solo in una finestra,
né ospite, nessun altro non aspettare.
L'intera pianura è coperta
calce friabile e morbida,
E gli alberi, entrambi i piloti,
Ci siamo riuniti nel nostro giardino.

Dove si piange
Notte sinistro uccello,
piloti di legno
Sow bussare kopytlivy.
Anche in questo caso, il nero
Sulla mia sedia siede,
Alzando il cappello a cilindro
E noncuranza gettando il cappotto.

«Слушай, слушай!
egli gracchia, Guardami in faccia.
stesso più vicino
E pendii più stretti.
Non ho visto, chiunque
di farabutti
Quindi, inutile e stupido
Insomniac.

fratello, mettere, commesso un errore!
Dopo tutto, oggi la luna.
Che cosa avete bisogno di più
Napoennomu dremoy miriku?
lattina, cosce spesse
Segretamente venire "lei",
E leggete
I suoi testi morti languide?

fratello, Io amo i poeti!
persone divertenti!
Mi hanno sempre trovano
storia, cuore familiare,
Lo studente come prыshtavoy
Il freak-capelli lunghi
Egli parla di mondi,
Genitale sanguinamento languore.

Не знаю, не помню,
In un villaggio,
lattina, Kaluga,
o forse, Ryazan,
viveva un ragazzo
In una semplice famiglia di contadini,
dai capelli gialli,
Con gli occhi azzurri…

E così è diventato un adulto,
Per quel poeta,
Anche con un piccolo,
Ma il potere di uhvatistoy,
E una donna,
quarant'anni,
Ha chiamato cattiva ragazza
E il suo miloyu ".

"L'uomo nero!
Si - ospite infelice!
Questa gloria è lunga
Chi si diffonde ".
Sono furioso, razayaren,
E mosche il mio bastone
Dritto al suo volto,
Il ponte del naso…
………………….

…mese è morto,
Blu nella finestra sorgere del sole.
fratello, voi, notte!
Что ты, notte, nakoverkala!
Sono in piedi nel cilindro.
Non c'è nessuno con me.
Io sono uno…
E - uno specchio rotto…

<1923 -> 14 novembre 1925

I versi più popolari Esenina:


Tutte le poesie di Sergey Esenin

lascia un commento